Insieme a Bobby Sands – Kevin Lynch

Insieme a Bobby Sands – Kevin Lynch

Lo sciopero della fame nel carcere di Long Kesh è iniziato ormai da più di due mesi e mezzo. Il governo inglese si rifiuta di cedere e, il ventitre maggio 1981 si unisce Kevin Lynch, dopo la morte di Patsy O’Hara e Raymond McCreesh. Altri due giovani che hanno perso la vita in un grottesco braccio di ferro tra l’irremovibile Margaret Thatcher e coloro che lottano per i loro diritti. Kevin Lynch nasce il venticinque maggio 1956 a Park, una piccola località vicino Dungiven, nella contea di Derry. Proviene da…

Insieme a Bobby Sands: Kieran Doherty

Insieme a Bobby Sands:  Kieran Doherty

Il 23 maggio 1981 sono già quattro i giovani nordirlandesi morti nello sciopero della fame dei detenuti repubblicani di Long Kesh. Bobby Sands, Francis Hugues, Patsy O’Hara e Raymond McCreesh hanno perso la vita, senza che il governo inglese mostri segno di collaborare e accogliere le cinque domande dei detenuti politici: 1) Diritto di indossare i propri abiti e non la divisa carceraria.2) Diritto di non svolgere lavoro carcerario. 3) Diritto di libera associazione con gli altri detenuti durante le ore d’aria. 4) Diritto di avere reintegrata la remissione di…

Insieme a Bobby Sands: Joe McDonnell

Insieme a Bobby Sands: Joe McDonnell

Il cinque maggio 1981 Bobby Sands muore in prigione durante lo sciopero della fame. A tutto il mondo diviene chiaro che ormai i detenuti del carcere di Long Kesh, stanno facendo sul serio e che prima o poi il governo inglese dovrà rendere conto all’opinione pubblica internazionale, della sua intransigenza che ormai da anni non crea altro che una tragedia dietro l’altra. A rimpiazzare Bobby Sands è un giovane detenuto neppuretrentenne: Joe McDonnell.   Nativo di Belfast, precisamente della zona di Lower Falls, McDonnell nasce il 14 settembre 1951 e proviene…

5 maggio 1981 – La morte di Bobby Sands

5 maggio 1981 – La morte di Bobby Sands

“Può sembrare strano, ma la mattina in cui vennero a dirci che era morto nel carcere di Maze, dopo sessantasei giorni di digiuno, tutto il resto della famiglia fu preso da disperazione […]. Io invece, Bernadette Sands, sorella di Bobby, quell’attimo terribile l’avevo messo in bilancio fin dal primo istante. *   Il primo marzo 1981 Bobby Sands ha iniziato lo sciopero della fame come estrema protesta contro lo stato inglese che non riconosce ai detenuti politici i più elementari diritti, tra cui quello fondamentale di essere considerati tali e…

La fotografia post mortem

La fotografia post mortem

La fotografia post mortem in epoca vittoriana   Uno dei più potenti mezzi di comunicazione odierni è senza dubbio la fotografia. Sin dalla sua invenzione, ha rappresentato un importante modo per conservare la propria immagine e quella dei propri cari e, a seconda dell’epoca essa ha avuto diversi sviluppi. Oggi la fotografia digitale ha completamente rivoluzionato il modo di vedere l’immagine, scattiamo foto quasi quotidianamente, anche solo per condividere un oggetto curioso o una posa divertente del nostro gatto. Nel XIX secolo, invece, avere un’immagine fotografica era quasi un privilegio,…

Akira Kurosawa: tra occidente e oriente

Akira Kurosawa: tra occidente e oriente

Non storia strettamente ma storia del cinema, così ho il piacere di presentare un brevissimo saggio dedicato al regista giapponese Kurosawa Akira e al suo rapporto con l’occidente. Il più “occidentale dei registi giapponesi” e “un autore di film di samurai”. Due definizioni antitetiche per  Kurosawa, cineasta, giapponese, insuperato maestro per le giovani generazioni di registi nipponici. Se è vero che in occidente è conosciuto per i suoi film ambientati nell’antico Giappone (ah, quel I sette samurai, così apprezzato da essere riproposto in chiave western da John Sturges) è pur…

25 marzo 1965 – La marcia su Selma e l’omicidio di Viola Liuzzo

25 marzo 1965 – La marcia su Selma e l’omicidio di Viola Liuzzo

E’ il venticinque marzo 1965 e per gli Stati Uniti d’America è un giorno storico. Si è appena conclusa la terza marcia da Selma a Montgomery, organizzata da Martin Luther King jr. Il presidente Lyndon Johnson ha finalmente approvato la legge che consente ai cittadini di colore il diritto di voto, dopo un percorso che inizia già nel 1963 e con la collaborazione di diverse associazioni per i diritti civili. Martin Luther King jr ne è l’anima e il 1965 è l’anno decisivo. La lotta inizia nella cittadina di Selma,…

Insieme a Bobby Sands Raymond McCreesh e Patsy O’Hara

Insieme a Bobby Sands Raymond McCreesh e Patsy O’Hara

A metà del marzo 1981 la salute di Bobby Sands inizia a deteriorarsi e, già dal diciassette del mese ha smesso di scrivere il suo diario. Il digiuno ha iniziato a dare i suoi risultati per ciò che riguarda la campagna dei detenuti politici del nord Irlanda, ma non basta ancora. Così il quindici inizia il digiuno Francis Hughes e, a partire dal ventidue si uniscono alla protesta altri due detenuti: Raymond McCreesh (1957-1981) e Patsy O’Hara (1957-1981) Raymond McCreesh Nativo di Camlough, Raymond McCreesh proviene da una famiglia repubblicana….

Insieme a Bobby Sands – Francis Hughes

Insieme a Bobby Sands – Francis Hughes

12 marzo 1981 Ho sentito nel comunicato odierno che domenica Frank Hughes si unirà a me nello sciopero della fame. Ho il massimo rispetto, ammirazione e fiducia in Frank, e so di non essere solo. 15 marzo 1981 Frank si è unito a me nello sciopero della fame. Bobby Sands (Da Il diario di Bobby Sands)     Il governo inglese continua a rifiutare di esaudire le richieste dell’Irlanda del nord e così la protesta nelle carceri continua senza sosta, sebbene i prigionieri abbiano sospeso per il momento la “no…

L’otto marzo e quell’incendio mai avvenuto

L’otto marzo e quell’incendio mai avvenuto

  Feste delle donne…come iniziare un post dedicato ad un argomento che, negli ultimi anni si è fatto sempre più scottante, tra diritti, femminicidio e altre amenità su cui preferisco non dilungarmi più del necessario perchè non è questa la sede più adatta. Tuttavia, poichè come secondo lavoro mi occupo di difesa personale, ho una mia prospettiva personale sulla feste delle donne. Consuetudine vuole che l’otto marzo ricordi la morte di un gruppo di giovani operaie perite nell’incendio di una fabbrica tessile a New York. La notizia circola completa di…