Insieme a Bobby Sands: Kieran Doherty

Il 23 maggio 1981 sono già quattro i giovani nordirlandesi morti nello sciopero della fame dei detenuti repubblicani di Long Kesh. Bobby Sands, Francis Hugues, Patsy O’Hara e Raymond McCreesh hanno perso la vita, senza che il governo inglese mostri segno di collaborare e accogliere le cinque domande dei detenuti politici:
1) Diritto di indossare i propri abiti e non la divisa carceraria.2) Diritto di non svolgere lavoro carcerario.
3) Diritto di libera associazione con gli altri detenuti durante le ore d’aria.
4) Diritto di avere reintegrata la remissione di metà della pena, persa con le proteste.
5) Diritto di ricevere posta, pacchi settimanali e avere a disposizione attività ricreative.

Morti i primi quattro hunger striker, la protesta non si ferma. Joe McDonnell digiuna dal cinque maggio e, il quattordici maggio si unisce a lui Brendan McLaughlin. Questi può digiunare solo per tredici giorni, perchè gli viene diagnosticata un’ulcera perforante e si ritira il ventisei dello stesso mese.
Il ventidue maggio, intanto, dopo la morte di Patsy O’Hara e Raymond McCreesh, inizia a digiunare Kieran Doherty.
Nato il sedici ottobre 1965 in una famiglia repubblicana, cresce ad Andersontown a Belfast. I due fratelli Michael e Terence conoscono presto la prigione, così come Kieran, entrato presto nei ranghi del Fianna Eireann (organizzazione giovanile dell’IRA). I tre fratelli non sono gli unici membri della famiglia ad essere impegnati nella lotta. Oltre a una folta schiera di zii e cugini imprigionati, le cugine Maura Meehan e Dorothy Maguire (membri del Cumann na mBan) sono state uccise da soldati britannici in un agguato.kierando
Doherty viene arrestato una prima volta quando non ha ancora diciassette anni e, poichè per essere arrestati occorre averli già compiuti, i soldati devono rinunciare. Tornano a prenderlo una settimana dopo il diciassettesimo compleanno, ma i genitori lo hanno mandato a Limerick da uno zio.
Nel 1973 ritorna a Belfast e viene arrestato. Trascorrerà due anni in prigione e, rilasciato nel 1975, viene nuovamente arrestato nel 1976 e condannato a diciotto anni di reclusione nel carcere di Long Kesh. Qui si unisce alla blanket protest e, con entusiasmo si dedica al gioco degli scacchi che viene giocato da una cella all’altra ed è una delle pochissime distrazioni per i condannati. Come i compagni di prigionia sopporta continue angherie e pestaggi che divengono sempre più frequenti.
Nel 1980 è tra coloro che danno la propria disponibilità  per lo sciopero della fame, convinto tuttavia che non sarà necessario e che lo stato inglese verrà incontro alle richieste dei prigionieri. Nel 1981 è di nuovo nella lista di coloro che si tengono pronti ad iniziare il digiuno e viene candidato alle elezioni per la circoscrizione di Cavan/Monaghan.
Muore il due agosto 1981, dopo settantatre giorni di digiuno, alla presenza dei familiari. kierandoherty I funerali si tengono a Belfast, dove il corteo funebre conta circaventimila presenze. Doherty è inumato nel cimitero di Milltown, nella zona dei volontari repubblicani, insieme a Bobby Sands e Joe McDonnell.

Related posts

Leave a Comment